Benvenuto su Satisfiction   Click to listen highlighted text! Benvenuto su Satisfiction

Author: Edoardo M. Rizzoli

Home / Articles posted by Edoardo M. Rizzoli (Page 2)
Simona Ciraolo. Timidi

Simona Ciraolo. Timidi

Ti sei mai sentito un pesce fuor d’acqua? A questa domanda Simona Ciraolo ( già autrice dello splendido Abbracciami) risponde con un bellissimo e delicato albo illustrato, tradotto a Michele Piumini per Emme edizioni.  Maurice è un piccolo polpo dall’aspetto insolito, ha una forma appiattita e con tentacoli più corti del comune . Maurice ha un…

Continua a leggere >
R. L. Stine. Storie da brividi

R. L. Stine. Storie da brividi

Qual è il modo migliore per vendicarsi di un paio di bulli? Quanti misteri si nascondono in un emporio che vende bizzarri, lugubri aggeggi perfetti per organizzare una terrificante festa di Halloween? E se una vecchia fabbrica di bottiglie sta per essere demolita e un moccioso curioso va a ficcare il naso dove non dovrebbe,…

Continua a leggere >
Classici del Giallo della British Library

Classici del Giallo della British Library

“ I crimini più interessanti sono quelli commessi da individui che, in circostanze ordinarie , vivrebbero in modo immacolato” Anthony Wynne Se vi piace il giallo, se vi piace mentre leggete fare ipotesi, suggerire a voi stessi la lettura di certi indizi e confortarvi, come richiesto dalle buone maniere e dalle placide ore pomeridiane, con…

Continua a leggere >
Gabriele Clima. Regina Kattiva

Gabriele Clima. Regina Kattiva

I rapporti tra genitori e figli si costruiscono ogni giorno e si basano, come molte delle cose che ci affascinano a questo mondo, sulla conoscenza reciproca. Lo studio e la fiducia nell’altro sono la terra in cui far ramificare i legami familiari. Quando a volte non ci si comprende possiamo allora chiedere aiuto all’immaginazione ,…

Continua a leggere >
Sepolcro o delle differenti forme di Ritorno

Sepolcro o delle differenti forme di Ritorno

“I tronchi degli alberi erano ricoperti da ampie macchie color cremisi , e il sangue gocciolava dalle foglie come rugiada.” Ambrose Bierce, la morte di Halpin Frayser, trad. Valentina Muccichini È impossibile non essere colpiti dalla possibilità del Ritorno. Un giorno verremo divorati e marciremo, i più belli di noi marciranno, i più intelligenti e i…

Continua a leggere >
Torben Kuhlmann. Einstein

Torben Kuhlmann. Einstein

“L’immaginazione è più importante della conoscenza, perché la conoscenza è limitata” Albert Einstein Come saremmo senza il tempo? Come sarebbe la nostra vita? E se riuscissimo a piegarlo, ognuno per sé, al nostro desiderio, cosa succederebbe esattamente? Dove accadrebbe? Dove ci incontreremmo, chi incontreremmo? Conserveremmo il nostro amore e i nostri desideri e la nostra…

Continua a leggere >
Stephen King. La storia di Lisey

Stephen King. La storia di Lisey

“Sono molto legato a questo romanzo, alla Storia di Lisey“, ha dichiarato in una recente intervista Stephen King,  “ha segnato un periodo particolare per me. Ho avuto la polmonite negli anni dopo il 2000 circa, sono stato molto vicino alla morte. Quando sono tornato a casa dall’ospedale mia moglie aveva pulito il mio studio e…

Continua a leggere >
Gemma Merino. Il Drago che non amava il fuoco

Gemma Merino. Il Drago che non amava il fuoco

Quando parliamo di diversità usiamo talmente tante parole a sproposito che non osserviamo più con attenzione e curiosità il mondo intorno a noi. Non guardiamo più neanche noi stessi o le nostre esperienze quotidiane, i nostri vicini, le balene nel mare, le gabbianelle nel cielo o i draghi, che volano ancora più in alto.  Ma…

Continua a leggere >
Ugo Moretti. Vento Caldo

Ugo Moretti. Vento Caldo

motus in fine velocior Vento Caldo di Ugo Moretti, edito da Readerforblind (Rfb) con una splendida prefazione di Marco Lupo, è un libro di quelli strani, uno di quelli che segnano le ore, che lo fanno per diversi giorni, e al posto delle lancette ci sono le pagine e i pensieri, quelli che vanno e…

Continua a leggere >
Emma Glass. Il battito fantasma

Emma Glass. Il battito fantasma

Di che materia è fatto questo lavoro? Di quanti giorni è composto? Qual’è il pensiero, quale il battito quando lo sguardo si posa sulla pelle traslucida di quei neonati o sui malati e tocca e lacera la carne, quella propria, quella dentro. Di quante lacrime è fatto questo lavoro, di quanto dovere, e di quanti insulti …

Continua a leggere >
Click to listen highlighted text!