Diego Galdino. Una storia straordinaria

Home / Recensioni / Diego Galdino. Una storia straordinaria
Diego Galdino. Una storia straordinaria

L’amore rende liberi, o forse prigionieri, l’amore non ha paura, o forse sì, ma se mal comune è mezzo gaudio, insieme alla persona che ami tutto ciò che fa male si affronta meglio, magari piano, ma meglio.

Questo libro è un’autentica visita guidata della Città Eterna attraverso i cinque sensi che fanno conoscere al lettore i profumi, i colori e i sapori di un posto magico, dove è ambientata la “storia straordinaria” dei due protagonisti del romanzo.

Luca e Silvia (questi i loro nomi) si sono forse incontrati attraverso le loro anime già prima di conoscersi di persona per amarsi oltre le paure, i traumi vissuti e gli “incidenti” delle rispettive vite. Si sono sfiorati, sentiti, ascoltati molto prima di riuscire a parlarsi reciprocamente d’amore.

Diego Galdino, scrittore sensibile e curioso, già autore del romanzo Il primo caffè del mattino – tradotto in Germania, Spagna, Polonia, Bulgaria e Serbia e che gli è valso il successo internazionale – ci fa vivere attraverso le parole di questo suo nuovo libro Una storia straordinaria edito da Leggereditore, un’intensa romantica storia raccontata attraverso l’uso dei cinque sensi, che richiamano ciclicamente eventi e suggestioni appartenenti ai suoi protagonisti. È una storia ambientata in una Roma piena di fascino e magia dove si snoda per intero la trama, colma di coincidenze, in cui il concetto di destino occupa un posto di primo piano.

Galdino conduce il lettore per le strade della città simbolo del cinema in Italia raccontandoci un amore che sembra per sempre, che trascende i corpi, in una città che non conosce tempo. Luca vuole che Silvia “senta” Roma con tutti i sensi così la porta al mercato di Campo de’ Fiori, in una delle trattorie più ricercate della città che affaccia sul Tevere e, ancora, al Bioparco, perché Roma è voci, è tonnarelli cacio e pepe e soprattutto è un abbraccio stretto che sa conquistarti con la sua spudorata bellezza.

Luca e Silvia che per la primissima parte del libro conducono esistenze separate pur lavorando nello stesso edificio (ma non si vedono mai) si incontreranno grazie al cinema solo quando le vite di ambedue avranno subito una brusca interruzione: Luca diventa cieco e Silvia viene aggredita in un parcheggio. Dopo l’incontro, nascerà forte e velocissimo un sentimento eccezionale tra i due che si parlano come nelle perfette storie d’amore con frasi da film, due anime unite da una sintonia tanto profonda da risultare incredibile. Ma viene da chiedersi leggendo, se il destino potrà essere tanto generoso con i due giovani amanti, oppure interverrà qualcosa o qualcuno a dividerli. Resta al lettore scoprirlo.

Una storia straordinaria è un libro la cui lettura consiglio a tutti, sia a quelli che non credono o non credono più, nell’amore, sia a quelli che ci credono tanto da pensare che alla fine di tutto, l’amore trova sempre la giusta via per emergere.

Silvia Castellani 

Il cinema è come l’amore: ti accade e basta

Joaquin Phoenix

Recensione al romanzo Una storia straordinaria, di Diego Galdino, Leggereditore, 2020, pagg. 206, euro 9,90.