Fabrizio Baleani

Home / Contributors / Fabrizio Baleani

Fabrizio Baleani si laurea in Filosofia all´Università di Macerata e si diploma al Master per l’Informazione Culturale promosso dall’Università di Urbino e dal Centro europeo per l’Editoria.

Collabora con alcuni dei principali studi editoriali italiani in qualità di editor. Ha diretto  l’Accademia dell’Editoria, e i corsi per redattori editoriali per la società di formazione e ricerca Studio Graffa, di Falconara Marittima, i corsi di redazione editoriale “Officina” per l’Istituto Campana di Osimo ed è stato titolare del progetto formativo provinciale Comunica-azione!, presso la cooperativa Csc di Recanati. E’ stato consulente editoriale per agenzie letterarie e case editrici, editor e direttore di collana per l’Orecchio di Van Gogh, curatore per Gwynplane Edizioni. Dal  2011è stato direttore del marchio editoriale Le Ossa Editrice dedicato alla saggistica universitaria. Nello stesso contesto ha dato vita al  progetto di servizi editoriali e tipografici Prose. Giornalista pubblicista, suoi articoli di cultura e spettacolo  sono apparsi in blog e numerose  testate cartacee e telematiche tra cui Aprileonline, Il Fondo Magazine, La Meridiana, Paneacqua.eu, Tysm.org, Segnavia, Gli altri, Glialtrionline, Marchemagazine, Il Giornale Off, Quaderni del Teatro di Roma.  Ha collaborato inoltre con la rivista, già edita da Giunti, Diogene Magazine. Ha collaborato alla drammaturgia di Filottexit, adattamento del Filottete di Sofocle rappresentato all’Istituto di Cultura Italiana a Bruxelles dalla Compagnia Nessunteatro.

Per la stessa compagnia ha scritto lo  spettacolo Malaprole, finalista al premio Scenario 2011 ed è  condirettore artistico della rassegna di drammaturgia e critica No man’s Island. Solitudini da osservare. Con questo marchio ha ideato, dal 2010 al 2013, le  seguenti rassegne di teatro e  arti contemporanee: Uomini e schermi; Sottosuolo. Drammaturgie alla ricerca dell’uomo, La parola io. Teatro, letteratura, filosofia; La parola io. Parole immagini e corpi che danzano su se stessi, Scena e Tempo. Appunti su memorie possibili; Assoli. Teatri in controvoce e Isole. Approdi e miraggi dell’uomo contemporaneo, Atti unici su verità e menzogna. Ha curato, assieme alla Compagnia Nessunteatro la performance Fuoco Muto. Diario di vita elettrica, realizzata alla Biblioteca Mozzi Borgetti di Macerata. Inoltre è stato curatore delle rassegne Buio di luce propria a Filottrano(Ancona) e dell’appuntamento Ascolta il silenzio. Breve retrospettiva sui teatri alchemici a Macerata. Ha ideato e diretto il premio-rassegna Vertigine Letterature, parte del progetto regionale Radikart. Ha collaborato all’organizzazione del Seminario di Formazione DARE FORMA Sei incontri per le arti contemporanee tenuto al Museo Statale Omero di Ancona. Ha firmato la prefazione del testo che raccoglie due drammi teatrali Desideranza-Fufùll (ed. Orecchio di Van Gogh 2009) scritto dagli attori e drammaturghi Luigi di Gangi e Ugo Giacomazzi e  il saggio introduttivo al testo Contro il lavoro (ed. Gwynplane 2012)  del filosofo anticrociano Giuseppe Rensi. Dal 2015 al 2017 ha  lavorato per l’agenzia Segni e Suoni di
Ancona come redattore, occupandosi dell’area di  progettazione e sviluppo di periodici e prodotti editoriali da editor di riviste e come collaboratore  a numerosi uffici stampa per enti pubblici, categorie professionali.