Inedito! La prima mostra virtuale delle caricature letterarie di David Levine

Home / Inediti / Inedito! La prima mostra virtuale delle caricature letterarie di David Levine

Satisfiction presenta la prima mostra virtuale delle caricature – di personaggi del mondo letterario – dell’americano David Levine, tra i maggiori illustratori di tutti i tempi, firma storica della New York Review e prima di Esquire e Atlas.

Nato nel 1926 a Brooklin, quartiere in cui ha vissuto fino alla scomparsa avvenuta nel 2009, David Levine con i suoi disegni divenuti famosi in tutto il mondo, è stato fine interprete della società e della cultura americana e non solo, “caricandola” di una consapevolezza fuori dai soliti schemi, senza affidarsi alle “maschere” bensì alla parodia, senza mai oltrepassare il limite, facendo appello a un grande senso della misura. Sobrietà e rispetto per i soggetti rappresentati sono infatti le principali caratteristiche che l’osservatore può riscontare nelle sue opere. Le sue caricature che hanno interessato scrittori ma anche musicisti e politici mostrano infatti le “persone” con le proprie peculiarità e caratteristiche, in un’ottica di assoluto rispetto e profondità d’intenti, un equilibrio che solo lui è stato in grado di comunicare in maniera tanto profonda e precisa.

Figlio di un negoziante e di un’infermiera, in gioventù si dedicò anche alla pittura (studiò alla Tyler School of Art della Temple University di Filadelfia) e avrebbe fatto il pittore a tempo pieno se gli incarichi di disegnatore non lo avessero portato a occuparsi con sempre maggiore frequenza del disegno decretandone in tal modo la sua e la nostra fortuna, fino a farlo diventare un’icona in questo ambito, artista impareggiabile e noto in tutto il mondo per i propri disegni umoristici (contribuì dal 1963 al 2007 con 3.800 disegni su New Tork Review of Books).

Le caricature di David Levine denotano uno sguardo lucido e disincantato rispetto ai personaggi rappresentati e infondono allo stesso tempo nell’osservatore un messaggio di speranza da sempre coltivata dall’artista tanto che lo stesso Levine non ne ha mai fatto mistero, dichiarando a riguardo che “la caricatura è un’affermazione di speranza”.

Ironico, sobrio e senza eccessi è stato capace di tradurre nel linguaggio del tratteggio segni, dialoghi e situazioni. In una parola, era artefice di “Cultura” raffinata e solo all’occorrenza provocatoria, rimasta ad oggi un unicum nel suo genere.

Silvia Castellani

#

Alice Munro                                                                                                                                                                                                          
Zadie Smith
Roberto Calasso
Raymond Carver
Ian Mc Ewan
Paul Auster
Jacques Derrida
Jean Baudrillard
Philip Roth
Russel Banks
Jean Paul Sartre
Saul Bellow
Susan Sontag
Sylvia Plath
Robert Coover
Rick Moody
Vladimir Nabokov
Michel Houellebecq
Larry McMurthry
Harold Bloom
John Barth
Francis Scott Fitzgerald
Tom Wolfe
J. D. Salinger
Truman Capote
William Styron
Antonin Artaud
Italo Calvino
Harold Brodkey
William S. Burroughs
Louis-Ferdinand Céline
J.M. Coetzee
Colette
Cormac Mc Carthy
Dashiell Hammett
David Foster Wallace
Don DeLillo
Fëdor Dostoevskij

 

 

 

 

 

 

 

 

Albert Camus