Melisanda Massei Autunnali, Decameron felino

Home / Rubriche / Epochè / Melisanda Massei Autunnali, Decameron felino
Decameron Felino

L’opera si compone di dieci novelle per dieci giorni. Smontando e rimontando fiabe classiche e miti greci su frammenti di modernità. È l’impegno che il gatto CONTE si assume per consolare e divertire dieci gatti in attesa di soccorsi, dopo il disastro del Ponte Morandi a Genova. Ci riuscirà, al tempo stesso consolidando il patto che, dalla notte dei tempi, unisce gli uomini agli animali. È il sesto “romanzo felino” di Melisanda Massei Autunnali, che qui gioca con la letteratura per restituire alla letteratura il suo compito di riportare un ordine possibile tra le cose quando tutto sembra ormai essere andato perduto.

Decameron Felino nasce come omaggio alla città di Genova e come omaggio allo straordinario lavoro dei volontari nelle settimane successive al disastro dell’agosto 2018. La Autunnali traccia un filo conduttore, una linea razionale, che mette insieme pregi e difetti degli uomini che sono anche quelli che – al di fuori delle novelle – hanno contribuito al disastro del ponte. Quindi l’opera si muove su due piani di scrittura e di lettura. Il primo, quello tecnico, concernente il lavoro sulla fiaba e i miti greci, il secondo più sociale e metaforico. Strategie di scrittura senza dubbio intriganti ed utili socialmente. La Autunnali, poi, non abbandona le sue radici di critico e storico musicale, inserendo nell’ultima novella anche Fabrizio De André nella sua veste ufficiale di ragazzo di strada, quando con i suoi amici, nel dopoguerra, diede vita ad una colonia felina in una Genova devastata. La storia della colonia felina fondata da Fabrizio è stata raccontata da Cesare G. Romana sulla copertina dell’album Tutti morimmo a stento. Un libro che consiglio vivamente perché, apparentemente leggero nel titolo, in realtà nasconde nei dialoghi la bellezza e la viltà umana raccontata dal miagolare dei gatti, caratterizzati da una penna d’eccezione.

Decameron Felino, di Melisanda Massei Autunnali, Edizioni Il Foglio, pp. 215, euro 14,00.

*

Melisanda Massei Autunnali, vive a Piombino dove è nata nel 1978. Dopo la maturità classica si è laureata in filosofia medievale presso l’Università di Pisa, dove attualmente studia per conseguire la laurea in lettere moderne. Si è occupata e tuttora si occupa di canzoni e cantautori, ai quali ha dedicato i suoi primi cinque libri. Con le Edizioni Il Foglio ha pubblicato, tra gli altri: La coda sotto il banco (2013) Furbo io (2016), Furbissimo io (2017). Ha collaborato a lungo con il quotidiano Il Tirreno. Dal 2007 fa parte della giuria del CLUB TENCO.

Leggi anche questo articolo di Oliviero Malaspina.