Author: Paolo Latini

Home / Articles posted by Paolo Latini
Robert Coover, La babysitter e altre storie

Robert Coover, La babysitter e altre storie

C’è chi fa letteratura e chi invece la disfa, la ridicolizza, la trasforma in satira e parodia, dissacra il sacro e il sacralizzato, in poche parole: la rende più umana. A questa tradizione appartengono per esempio il Satiricon o il Decamerone, e tra i contemporanei per certi versi Pynchon. A questa tradizione appartengono anche alcuni esempi cinematografici, come…

Continua a leggere >
Ian McEwan, Macchine come me

Ian McEwan, Macchine come me

Alan Turing è morto ma ha fatto in tempo a pronosticare il 2050 come l’anno in cui presumibilmente si sarebbero viste le prime Intelligenze Artificiali capaci di superare il Test di Turing, un test in cui si riuscirebbe a determinare se una macchina riesca o meno a pensare come un essere umano. Turing è morto,…

Continua a leggere >
Ottessa Moshfegh, Il mio anno di riposo e oblio

Ottessa Moshfegh, Il mio anno di riposo e oblio

Ci sono due tipi di libri che definiscono al meglio i tempi che stiamo vivendo e la generazione Millennial. Uno è l’autofiction sotto forma di “personal essay,” formato che meglio di qualunque altro riesce a soddisfare la domanda di storie personali che nasce nel mondo virtuale di blog e social (tra post di Facebook e…

Continua a leggere >
Jennifer Clement, Gun love

Jennifer Clement, Gun love

Su The End of the Myth, lo storico Greg Grandin racconta di come nel 1811 il futuro presidente degli Stati Uniti Andrew Jackson fu fermato dall’agente federale Silas Dinsmoor mentre conduceva una coffle (una parata di schiavi afroamericani incatenati tra loro) lungo la tratta Natchez-Nashville. Trattandosi di una terra di confine tra i territori Chickasaw…

Continua a leggere >
Richard Powers, Il sussurro del mondo

Richard Powers, Il sussurro del mondo

Per l’uomo che vive e vede il mondo dalla sua prospettiva miope e particolare, la storia del mondo coincide con la storia dell’umanità. In realtà la Storia ha un raggio molto più ampio, e di questo se n’era accorto benissimo anche Mark Twain, quando ebbe a dire che “Se oggi la Torre Eiffel rappresentasse l’età…

Continua a leggere >
Rachel Kushner, Mars Room

Rachel Kushner, Mars Room

Rachel Kushner è un’autrice destinata a dividere e polarizzare, e per gli stessi motivi: c’è chi la stima per la sua vicinanza a stili e temi DeLilliani, e chi la critica per una sua eccessiva somiglianza a vezzi e topoi DeLilliani. Resta una delle autrici più ambiziose che ci siano in America: in una recente…

Continua a leggere >
Camille Bordas, Come muoversi tra la folla

Camille Bordas, Come muoversi tra la folla

Una delle ricchezze della narrativa americana è la sua capacità di assorbire altre culture e dare loro uno spazio e una risonanza che altrimenti potrebbero non avere. Così in tempi recenti è sempre più frequente trovare scrittori non americani che fanno letteratura americana: dalla cinese Yiyun Li al peruviano Daniel Alarcón, e quest’anno la messicana…

Continua a leggere >
Leslie Jamison. Rinascere

Leslie Jamison. Rinascere

Memoir e autofiction rappresentano uno dei settori più vivaci e attivi nel panorama narrativo occidentale degli ultimi anni. L’autofiction è cosa nota in Francia, dove la sua vecchia e lunga storia è stata in parte ravvivata dai recenti esempi di Annie Ernaux e Emmanuelle Carrère.  Negli Stati Uniti l’autofiction è un po’ una cosa nuova, sebbene…

Continua a leggere >
Kristen Roupenian. Cat Person

Kristen Roupenian. Cat Person

Kristen Roupenian, ossia la scrittrice nota per “Cat Person,” ossia ancora il racconto che nel Dicembre 2017 partendo dal New Yorker fece il giro del web, creando un’hype dal basso e scatenando una reazione a catena di chiacchiericci poi sfociata nel meta-dibattito “perché così tanta gente legge e parla di Cat Person?” Fatto sta che…

Continua a leggere >