L’arte di scomparire

Home / Archive by category "L’arte di scomparire"

Una rassegna di quella che Villa Matas ha definito “la letteratura del NO”. Un viaggio letterario attraverso le domande e le sollecitazioni che partono, e possono partire solo, da ciò che si sottrae, da ciò che, pur essendo invisibile, non è per questo inesistente. In un’epoca di visibilità a tutti i costi, la letteratura e la scrittura possono indicare un percorso inedito proprio attraverso una sorta di “negazione del mondo”

Enrique Vila-Matas. Viaggio tra i bartleby della letteratura

Enrique Vila-Matas. Viaggio tra i bartleby della letteratura

In un’epoca di visibilità a tutti i costi, di presenzialismo come unica “ragion d’essere”, la rilettura di un libro come Bartleby e compagnia di Enrique Vila-Matas (ottimamente tradotto da Danilo Manera) costituisce una sorta di sentiero lungo le molto più stimolanti tappe della negazione. Negazione di sé, negazione della scrittura, negazione di sé in quanto…

Continua a leggere >