Il mio giorno passa mentre scompongo la luce in milioni di punti, cercando un guado all’irruenza dei fiumi che mi scorrono dentro, eterna piena che scava e travolge.

Paziente Madonna dipinta, intreccio corone di fiori per inventarmi regina e prometto a me stessa di tornare bambina domani, mentre questo tempo mi sfiora.

Impazzisco di vita ma chiudo a chiave la porta e quello che resta mi fa compagnia mentre le mani dolcemente accarezzano l’aria.

Monica Armillei