Welcome to Satisfiction   Click to listen highlighted text! Welcome to Satisfiction

Anna Vallerugo

Home / Archive by category "Anna Vallerugo"
Mario Tobino. Il figlio del farmacista

Mario Tobino. Il figlio del farmacista

Con una scelta controcorrente – coraggiosa, di questi tempi – rinasce la storica casa editrice Vallecchi di Firenze e immette sul mercato la ristampa di un titolo già nel proprio catalogo e certamente significativo, Il figlio del farmacista, prima opera di narrativa di Mario Tobino uscita dopo tre raccolte di poesia. Pubblicato nel 1942 e…

Continua a leggere >
Martino Ciano. Oltrepassare

Martino Ciano. Oltrepassare

Prende l’abbrivio da una dichiarazione programmatica Oltrepassare, ultimo libro di Martino Ciano pubblicato da A&B edizioni del gruppo Bonanno, in libreria da pochi giorni: Oggi inizio a scrivere una storia, forse realmente accaduta, forse inventata. Non lo so! Non rivelo neanche il mio nome. Non ho bisogno di un’identità, tantomeno dei lettori. Per quale motivo…

Continua a leggere >
Francesco Permunian. Il rapido lembo del ridicolo

Francesco Permunian. Il rapido lembo del ridicolo

Per chi si occupa di libri è una gioia poter mettere gli occhi sul diario di uno dei propri scrittori preferiti. Uno scritto che si fa pubblico, passato certo attraverso il filtro della scrematura, censoria – in senso lato, non moraleggiante – dell’autore stesso, delle scelte personali a monte della pubblicazione: nondimeno illuminante, formativo, assolutamente…

Continua a leggere >
Daniele Petruccioli. La casa delle madri

Daniele Petruccioli. La casa delle madri

Ci sono case che accolgono, curano, si fanno porto di consolatori arrivi o dolorose partenze, rimangono, nell’idea di chi le abita – o vi è abitato – immutabili, quinte solide sullo sfondo. Nel tempo però, con l’avvicendarsi delle generazioni, perdono fissità, vengono piegate alla funzionalità o ai capricci di un’estetica corrente: si vedono privare di…

Continua a leggere >
Francesca Mazzucato. La collagista

Francesca Mazzucato. La collagista

Realizzare un collage implica scegliere tra pezzi che hanno avuto già una vita, selezionare i più significativi, reinterpretarli, dare loro altro senso. La collagista è il mestiere che si è scelta la protagonista dell’ultimo, intenso romanzo di Francesca Mazzucato, che narra – come sempre con voce riconoscibile e irripetibile – di un’intensa passione fatta di…

Continua a leggere >
Lina Agostini. Diario scandaloso di una vecchia

Lina Agostini. Diario scandaloso di una vecchia

A narrare il Diario scandaloso di una vecchia è una voce limpida e spietata. Ci racconta di una donna nata in Toscana che a diciassette anni va in sposa – per scelta – a un preside. Siamo all’inizio degli anni Sessanta, in un’Italia severa e giudicante: annoiata da una vita precocemente adulta, l’allora ragazza scrive…

Continua a leggere >
Chiara Fenoglio. Leopardi moralista

Chiara Fenoglio. Leopardi moralista

Genio disilluso, poeta altissimo, Leopardi ambì con le sue opere anche a elaborare una propria proposta di morale, fragile, non organica, in contraddizione forse tra verità incontrovertibile e pietas, frutto certo di un’incessante maturazione di pensiero durata un’esistenza intera. Essenziali in questo percorso sono alcuni suoi incontri con altri autori che Chiara Fenoglio, già autrice…

Continua a leggere >
Luca Quarin. Di sangue e di ferro

Luca Quarin. Di sangue e di ferro

Non è mai facile venire a patti coi vuoti: specialmente quando si è rimasti orfani a tre anni per una fatalità mai chiarita, se la figura dei genitori che ti hanno lasciato solo al mondo è scontornata, se è vero – come parrebbe – che questi potrebbero essere stati carnefici e poi vittime di un…

Continua a leggere >
Piergianni Curti. Quando i padri camminavano nel vuoto

Piergianni Curti. Quando i padri camminavano nel vuoto

È la storia di un padre lontano dall’essere perfetto e che porta invece con sé una discreta summa di manchevolezze: latinista responsabile della realizzazione di convegni attesi e partecipati ma avversati dal piccolo politico di turno, fragile, inattuale insegnante promotore di scelte incomprese dai suoi studenti, il principale protagonista di Quando i padri camminavano nel…

Continua a leggere >
Chiamatemi Ismaele

Chiamatemi Ismaele

Chiamatemi Ismaele È l’incipit fulminante per antonomasia: due sole parole, un appello. Se voi, Lettori, così chiamerete il Narrante, entrando in una confidenza ineluttabile, si schiuderà ai vostri occhi una vicenda tragica e straordinaria di ossessione e resistenza, di coraggio e tenacia, di un tentativo superbo dell’Uomo di soggiogare Natura e Destino. Con la dichiarazione…

Continua a leggere >
Click to listen highlighted text!