“Nulla è fermo, tutto evolve”

Home / Rubriche / Quasi noi / “Nulla è fermo, tutto evolve”

Abbracci

Instancabili abbracci.

Riemerge per un breve respiro.

luccica, prima che la risacca la ricopra.

Ogni volta un miliardesimo di lei è consumato.

Immagino ciò che non vedo.

Scorre l’acqua lisciando la roccia.

Particelle si liberano come polline.

La vita sgretola.

Nulla è fermo, tutto evolve.

Nel silenzioso sguardo, colgo la delicatezza del fato.

#

 

Un figlio

Perché una prova così grave?

Non esistono risposte.

Rimane solo l’amore e nelle lacrime profonde i ricordi.

Ci pervade la solitudine.

Rivivremo i flash dell’ultimo momento, delle ultime parole.

Rivolgeranno condoglianze, perché nelle doglie del parto si prova il dolore più intenso.

Il dolore nel partorire e nel perdere una figlio sono uguali, non hanno pari.

Chiudo gli occhi e trovo

il ricordo… un sorriso.

©️ Schiappapietre Pierluigi