Quasi noi

Home / Rubriche / Archive by category "Quasi noi"
“Dura il viaggio d’una vita conoscersi?”

“Dura il viaggio d’una vita conoscersi?”

Chi sono? Dura il viaggio d’una vita conoscersi? O nel continuo evolversi rimane solo un miraggio? L’io oggi è un lui, ma domani? Mi riscoprirò. Nuovamente riporrò domande, abbandonando certezze. Ecco che per qualche tempo sono il solito. Poi nuovamente cambio. Di tanto ritorna chi non vorrei, allora mi abbandono sconfortato. Risorgo, rinnovato e felice…

Continua a leggere >
Lacrime di pioggia

Lacrime di pioggia

Frugo Frugare, ispezionare minuziosamente se stessi. Essere necessariamente chi “non vorrei” per scoprirmi. Mi specchio, nel riflesso sorrido. Sono io? Indago la figura, Specchio, specchio delle mie brame, dov’è che si nasconde dentro il bacillo soggetto Autentico Autentico, solido, roccia. Ecco che con gli anni ancora cerco il ruolo concreto. Quello di marito, di padre…

Continua a leggere >
Il verso del mare

Il verso del mare

Navigo Il mare mi affascina perché nasconde. Come un nocchiero vado alla ricerca dell’inconscio. L’inconsapevole io sta da qualche parte. Nascosto, ondeggia… echeggia. Smorfie, sorrisi, dinieghi e scelte, chi è il capitano del bastimento? Navigo nel grigio encefalo. Anima, io profondo, me, nell’interiore un confuso maroso. Scrive Marco: “Che giova all’uomo guadagnare il mondo intero,…

Continua a leggere >
“Nulla è fermo, tutto evolve”

“Nulla è fermo, tutto evolve”

Abbracci Instancabili abbracci. Riemerge per un breve respiro. luccica, prima che la risacca la ricopra. Ogni volta un miliardesimo di lei è consumato. Immagino ciò che non vedo. Scorre l’acqua lisciando la roccia. Particelle si liberano come polline. La vita sgretola. Nulla è fermo, tutto evolve. Nel silenzioso sguardo, colgo la delicatezza del fato. #…

Continua a leggere >
Stelle

Stelle

Il grande carro brilla. Le stelle non cadono. Viaggiano nella notte. Linee immaginarie le congiungono come nell’enigmistico gioco. Sono disegni bidimensionali nel cielo. Fluttuano nel teatro siderale. Tutto vortica in un’immensa giostra senza confini. Milioni di rotanti baricentri, vagano nelle profondità celesti illuminandolo. Sono come le genti del mondo. Nascono e si intrecciano, alcuni più…

Continua a leggere >
Liberarsi dal superfluo

Liberarsi dal superfluo

Le vecchie case di campagna, oramai in rovina, mi hanno sempre affascinato. Mi piace interrogare quelle mura sgretolate dal tempo, riconquistate dalla natura, ritinteggiate dal verde rampicante. Stanze dove ora dimorano alberi, con radici che sconquassano pavimenti che più non sono e in cui la luce piove dentro. Immagino le vite che furono in quei…

Continua a leggere >
Amarsi

Amarsi

Amare Il bituminoso manto segue il bordo del canyon. Nel sali scendi…ci guida. Si inabissa con lui o lo domina dall’alto. Scorci impetuosi si aprono dalla curva. L’inquietudine, consiglia l’andatura e… il viaggio prosegue attento. Ci fermiamo ad ammirare… Questo scrivo in una delle mie poesie motociclistiche. Del viaggio in moto con mio figlio, adoro…

Continua a leggere >