Steve Hamilton. La seconda vita di Nick Mason

Home / Enzo Baranelli / Steve Hamilton. La seconda vita di Nick Mason

«Se le tue aspettative non si sollevano mai da terra, non potranno mai crollare

Il carcerato al centro del romanzo deve scontare una pena da venticinque all’ergastolo nell’unico penitenziario federale della nazione in cui vengono praticate le esecuzioni capitali: una vita durissima e senza speranza.

Mason, dopo aver suggellato un contratto in bianco con il potente Darius Cole, si trova a uscire di prigione dopo circa cinque anni nel carcere federale di massima sicurezza di Terre Haute e viene accompagnato in una lussuosa villa di Chicago. Qui inizia la sua seconda vita. Il suo contatto all’esterno, Quintero, che lo ha accompagnato per ore in auto fino a Chicago, gli ricorda i nuovi termini della sua esistenza: «Ancora una cosa – fece Quintero stringendogli forte il braccio – Questa non è libertà. È mobilità. Non confondere le due cose

La scrittura di Hamilton, due volte vincitore del prestigioso Edgar Award, è essenziale, pulita, con un taglio raffinato e percorso da una vena tragico-ironica che cattura le aspettative del lettore più esigente: i confini labili tra letteratura di genere e mainstream sono aboliti.

La trama viene spezzata con veloci passaggi dalla vita carceraria alla nuova vita di Nick Mason, e si ampia la narrazione sulla figura del boss di colore Darius Cole in grado di far cadere le accuse contro Mason: Higgins, un poliziotto, riferirà di aver manomesso le prove e così Nick potrà uscire di prigione, ma il suo collega, il detective Sandoval, non smetterà di cercare la verità che è costata il posto a Higgins. Cosa c’è di tanto potente da far cadere un’accusa di partecipazione all’omicidio di un agente della DEA? E così assistiamo a cambi di registro e di ritmo e le pagine si susseguono rapide.

Ci troviamo improvvisamente in una Chicago violenta con poliziotti corrotti pronti a tutto, e Mason non si aspettava questo: dovrà fare scelte difficili, chiedere l’aiuto di un amico che non ha tradito quando è finito in carcere, salvare vite innocenti. La missione de “La seconda vita di Nick Mason” si rivelerà anche un modo per saldare il suo debito verso le persone che ha deluso – il riscatto morale è vicino: ma sarà completo? Un romanzo che fa viaggiare la mente, con uno stile essenziale che intrattiene con eleganza: ciò di cui abbiamo bisogno per immergerci in una storia per il puro piacere di ascoltarla.

«Ho sempre avuto delle regole. Non mi hanno mai tradito, fino al giorno in cui ho deciso di ignorarle. Adesso me ne servono di nuove

La storia di Nick Mason continuerà.

(©Enzo Baranelli)