Author: Roberta Denti

Home / Articles posted by Roberta Denti
Sex and Rage

Sex and Rage

Da accanita lettrice quale sono, quando viaggio lascio che sia un libro a scegliere di partire con me. In procinto di tornare a Venezia, dove mi trovavo l’8 marzo allo scattare del confinamento, sono stata selezionata da Sex and Rage – il sesso e la rabbia, una combinazione adeguata dopo la clausura – che in…

Continua a leggere >
Fottutamente Scorretta

Fottutamente Scorretta

Io vivo nel passato. Non ho computer, né cellulare, né tv. Dunque non guardo né le notizie, né Internet. Non me ne importa un cazzo. Quello che i recensori faticano a comprendere, cercando agganci con l’attualità, è che io vivo in un mondo di finzione. E mi ci trovo benissimo. James Ellroy intervistato da Riccardo…

Continua a leggere >
Non sono stata io. Forse

Non sono stata io. Forse

Ogni volta che qualcuno pronuncia il mio nome, a me di riflesso, come quando il medico batte il ginocchio con il martelletto, parte un colpevole: «Cos’ho fatto?!» Una reazione istintiva, senza fare la vittima. Del resto, le combinavo sempre io. Che fosse un dispetto, una marachella, un danno, la Pierina ero io. Se fossi nata…

Continua a leggere >
Un amore di zitella a Bellano

Un amore di zitella a Bellano

Un Amore di Zitella è il titolo di un romanzo di Andrea Vitali, prolifico scrittore di Bellano sul lago di Como. Io sono un amore di zitella, che sfugge e rifugge qualsiasi impegno sentimentale preferendo fugaci guizzi e proibiti sollazzi. Vanto fiere origini laghee, termine usato per descrivere i rivieraschi nativi del lago di Como…

Continua a leggere >
Dio non esiste ma Woody c’è

Dio non esiste ma Woody c’è

Ciao, mi chiamo Roberta e sono una WoodyAllenomane. Di Woody ho letto tutti i libri, visto e rivisto tutti i film almeno una decina di volte l’uno, e per attutire i mean blues, le pesanti paturnie che in questi bui tempi ci divorano – quelle che Holly Golithly in Colazione da Tiffany di Truman Capote…

Continua a leggere >
Sfogliami tutta

Sfogliami tutta

Abito in un’ex latteria con vetrina e porta su strada il che fa di me, a tutti gli effetti, una donna di strada, così protesa all’esterno da aver scelto una dimora che consente un’immediata fuga. Quando comprai questa peculiare dimora oltre dieci anni fa, ricordo che amavo sistemare il divano sul marciapiede dove me ne…

Continua a leggere >
L’attimo sfuggente

L’attimo sfuggente

Caro amico ti scrivo così mi distraggo un po’ e siccome sei molto lontano più forte ti scriverò … Si esce poco la sera … Vedi caro amico, cosa si deve inventare per poterci riderci sopra per continuare a sperare e se quest’anno poi passasse in un istante, vedi amico mio come diventa importante che…

Continua a leggere >
MONOGAMAI

MONOGAMAI

Tra i miei rituali del sabato mattina (sveglia all’alba e andare di corsa in giro per la mia bella Milano, se ho fatto la brava. Advil, Bloody-Mary e uova, se ho fatto la cattiva) c’è andare in edicola per la mia “rassegnazione stampa”, tra cui immancabile l’appuntamento con Ddonna di Repubblica, rivista femminile ma non…

Continua a leggere >
JIA YOU MILANO

JIA YOU MILANO

Nel 2001 tre mesi dopo la tragedia dell’11 settembre andai a New York a lavorare per il Wine & Food Institute un italiano che si salvò miracolosamente dal crollo delle Torri Gemelle – peccato perché era un certified asshole – e che necessitava di aiuto per ricostruire l’ufficio. Scelse quella giusta: io sono brava a…

Continua a leggere >