Recensioni coraggiose

Home / Rubriche / Archive by category "Recensioni coraggiose"
Arto Paasilinna, AADAM ED EEVA

Arto Paasilinna, AADAM ED EEVA

“Quando un uomo si mette in gioco anima e corpo, la vittoria finale non è mai impossibile.” Arto Paasilinna è, purtroppo era, un bravo autore finlandese, così bravo che non scrivo “bravissimo, un mito, grandissimo, eccezionale”, perché lui era davvero bravo, e lo comunicava con un modo di scrivere singolare, che lo rendeva unico. L’ultimo…

Continua a leggere >
Vladimir Kantor, Il coccodrillo

Vladimir Kantor, Il coccodrillo

“Vorrei scappar via, ma si può mai fuggire da se stessi?” Sono anni che frequento PordenoneLegge, il bellissimo festival dei libri e della lettura che si svolge intorno a metà settembre nella mia bellissima città natale, e ogni anno mi aggiro curioso e timido intorno all’esposizione di Amos Edizioni. Negli ultimi due anni dell’appuntamento letterario…

Continua a leggere >
Roberto Addeo, T.S.O.

Roberto Addeo, T.S.O.

“A me bastavano un frigo, un letto, un cucinino, e una latrina” La #recensionecoraggiosa di oggi, riguarda ancora un libro pubblicato da Edizioni Ensemble nella collana Officina narrativa, e con il libro di settimana scorsa va a formare una coppia interessante. Ci sono libri che un lettore sufficientemente costante, che legge insomma un buon numero…

Continua a leggere >
Contagiati, Andrea Mauri

Contagiati, Andrea Mauri

“Ogni dettaglio serve a ricostruire la realtà.” Il termini contagio ha sovente una connotazione negativa, salvo quando si è contagiati dall’entusiasmo collettivo, che nasce da un evento sportivo, musicale, o di per sé spettacolare. E anche in questo caso, messo sullo sfondo della copertina del nuovo romanzo di Andrea Mauri, il titolo rientra nella connotazione…

Continua a leggere >
Giacomo Verri, Un altro candore

Giacomo Verri, Un altro candore

“Raccontare una vita a chi non l’ha vissuta con te, potrebbe essere un bel modo di andare avanti.” Quando un libro è molto bello, intenso, estremamente importante, oserei dire necessario, diventa più impegnativo parlarne. Bisognerebbe leggerlo, farlo leggere, e non aggiungere molto altro. Io sto per usarne troppe di parole, ma vorrei trasmettere nel modo…

Continua a leggere >
Il movimento delle foglie, di Tom Drury

Il movimento delle foglie, di Tom Drury

“E’ una cosa che si impara facendo i baristi: a rallegrare la gente che ha dei problemi invece di esagerare con la sincerità. Forse, semplicemente, rallegrare la gente è sempre meglio. Aiuta a pensare che le cose non vanno poi così male e che possono essere sistemate. E’ questo in ogni caso il motivo per…

Continua a leggere >
Matteo di Pascale, Il piano inclinato

Matteo di Pascale, Il piano inclinato

“Una volta la gente si imbarcava su una nave e non sapeva se sarebbe tornata. Magari non avrebbe nemmeno rivisto la propria famiglia. Quelli facevano una scelta per tutta la vita, cazzo, lì sì che serviva coraggio… la nostra non è una vera scelta. E’ come un passatempo. Alla fine siamo solo dei ragazzini che…

Continua a leggere >