Benvenuto su Satisfiction   Click to listen highlighted text! Benvenuto su Satisfiction

Diario di una lunatica sull’orlo di una crisi di sensi

Home / Rubriche / Archive by category "Diario di una lunatica sull’orlo di una crisi di sensi"
Serge Gainsbourg. L’homme à tete de chou

Serge Gainsbourg. L’homme à tete de chou

Se fossi Dio, forse sarei il solo a non credere in me. Dio: quale altro stronzo potrebbe prendersi al suo posto la responsabilità delle ingiustizie del mondo? (Serge Gainsbourg) In questo bislacco, infimo, emorroico, violento e volgare presente oggi ancora più dobbiamo prostrarci a leccare il culo spirituale dell’immenso cattivo maestro, il maudit, il ribelle,…

Continua a leggere >
Elogio della gioiosa follia

Elogio della gioiosa follia

Sono due i principali ostacoli alla conoscenza delle cose: la vergogna che offusca l’animo, e la paura che, alla vista del pericolo, distoglie dalle imprese.  La follia libera da entrambe. Non vergognarsi mai e osare tutto. Da Elogio della Follia di Erasmo da Rotterdam L’opera di Erasmo da Rotterdam, umanista e filologo olandese, vissuto nel…

Continua a leggere >
Jane Birkin. Post-Scriptum. Diario 1982-2013

Jane Birkin. Post-Scriptum. Diario 1982-2013

Che amaro déjà-vu … a distanza di un anno esatto dall’insorgenza del virus ci ritroviamo ancora rinchiusi e rincoglioniti davanti a schermi inermi attanagliati da preoccupazioni, ansie e frustrazioni. Ricordo con tagliente precisione l’incubo del primo lockdown, quando in preda ad angoscioso sgomento, GPS, direttore di Satisfiction, venne in mio aiuto letterario, e umano, dandomi da…

Continua a leggere >
Pretend it’s a life

Pretend it’s a life

Sono rientrata alla base milanese dopo aver trascorso tutto l’autunno sull’isola che c’è, riparata dal virus e ristorata dal vulcano, dalla natura e dall’amore. L’atterraggio nella “normalità” è stato un hard landing, scombussolante e snervante. Sballottati tra chiusure, restrizioni, limitazioni, in città non ci resta che pretendere di avere una vita sospesa e in attesa….

Continua a leggere >
LIFE’S A TRIP

LIFE’S A TRIP

Gli amanti dei libri sanno che molto spesso sono loro a scovare noi nel momento più propizio. La casa che ho trovato, o meglio che mi ha trovato, a Stromboli, dove sbarcai ormai tre mesi fa, concedendomi la possibilità di un’isola, si chiama Casa degli Angeli e svetta sull’abitato di Scari, un incanto di dimora…

Continua a leggere >
L’AVVENTURA

L’AVVENTURA

Bisognerà che dimentichi questa giornata. Persi dieci dollari alle corse dei cavalli, oggi. Che futilità. Farei meglio a ficcare l’uccello in una crêpe allo sciroppo d’acero. On Writing Charles Bukowski   Da due mesi mi sono isolata sull’isola che c’è. Fuggiasca e tormentata come Monica Vitti nel film L’Avventura (1960) di Michelangelo Antonioni, girato alle…

Continua a leggere >
FIRE

FIRE

Isolata in isola, mi circondo e trovo conforto nelle parole delle mie scrittrici. Tutte Donne. Sbarcai quasi due mesi fa in loro compagnia. Ora che tutti se ne sono andati, io dialogo con loro. Possible Conversation. Le mie donne sull’isola sono: Fire From A Journal of Love: The Unexpurgated Diary of Anaïs Nin, 1934-1937 di Anaïs Nin…

Continua a leggere >
THIS MUST BE THE PLACE

THIS MUST BE THE PLACE

Un sentimento incomparabile: né qui, né là, ma essere semplicemente via da Piccoli Amori di Franziska Zu Reventlow, la “contessa dello scandalo”, vissuta nei primi del Novecento. Libro che mi trovò alla Libreria sull’Isola di Stromboli nel maggio 2014. Il 18 maggio – giorno della liberazione covidiana – ho lasciato la città per non tornarci…

Continua a leggere >
Sex and Rage

Sex and Rage

Da accanita lettrice quale sono, quando viaggio lascio che sia un libro a scegliere di partire con me. In procinto di tornare a Venezia, dove mi trovavo l’8 marzo allo scattare del confinamento, sono stata selezionata da Sex and Rage – il sesso e la rabbia, una combinazione adeguata dopo la clausura – che in…

Continua a leggere >
Fottutamente Scorretta

Fottutamente Scorretta

Io vivo nel passato. Non ho computer, né cellulare, né tv. Dunque non guardo né le notizie, né Internet. Non me ne importa un cazzo. Quello che i recensori faticano a comprendere, cercando agganci con l’attualità, è che io vivo in un mondo di finzione. E mi ci trovo benissimo. James Ellroy intervistato da Riccardo…

Continua a leggere >
Click to listen highlighted text!