Alessandro Manzetti. Guida ai Migliori 150 Libri Horror

Home / Recensioni / Alessandro Manzetti. Guida ai Migliori 150 Libri Horror

Alessandro Manzetti, unico italiano premiato con il Bram Stoker (ben due volte e con alle spalle numerose nominations in diverse categorie, confeziona una guida letteraria senza eguali per la dark fiction sia all’estero che in Italia. Guida ai Migliori 150 Libri Horror è un titolo che sta già diventando un cult tra gli appassionati del genere horror (nelle sue variegate declinazioni, weird, dark fantasy, realismo magico etc), in Italia è edito per i tipi di Cut-Up Publishing  e in una limitatissima edizione per i lettori Elite per la casa editrice di Alessandro Manzetti Independent Legions Publishing, inoltre il saggio sarà edito in America per Crystal Lake Publishing col titolo 150 Exquisite Horror Books. Già dalla copertina le aspettative sono altissime, il libro promette molto, ovvero un manuale per orientarsi tra gli infiniti titoli del mare magnum della narrativa di genere col fine di sceglierne i migliori e guidare il lettore alla scoperta di opere capitali e purtroppo sconosciute a molti. 

Manzetti mantiene ogni accordo stipulato con il lettore in questa scommessa tacita e misteriosa sorta tra noi e lui appena lo sguardo si posa su questo oscuro grimorio di curiosità. Il nostrano decano dell’orrore ci presenta 150 libri, che possono essere novelle, antologie di racconti e romanzi.

“Ho assegnato un punteggio, scrive Manzetti nell’introduzione, (in centesimi) per singolo libro, per meglio offrirvi la mia opinione in termini di qualità generale (che valuta nell’insieme soggetto, stile, contenuti e originalità delle opere). […] Ma anche le sfumature è importante rilevarle. Ho cercato di essere molto oggettivo, non mettendo dunque in campo le mie preferenze o predilezioni per particolari sottogeneri o soggetti, ma valutando l’intero spettro d’offerta del macrogenere horror”

Aggiungo che saranno presenti massimo tre titoli per un autore, perché come spiega Manzetti “Ho deciso di non segnalare più di tre opere per singolo autore, così avrete maggiori possibilità di scoprire più interpreti possibili”.

La selezione dei 150 titoli si basa esclusivamente sui testi editi in lingua inglese (ed eventualmente tradotti in italiano, la traduzione viene riportata nelle note bibliografiche) scritti tra il 1986 e il 2020. Per chi se lo domandasse il 1986 è una data spartiacque nel mondo letterario horror perché segna l’avvento del movimento splatterpunk con i celebri scrittori Clive Barker, Joe R. Lansdale, Poppy Z. Brite e altri. Questa scelta è a mio avviso vincente poiché il pubblico italiano di appassionati è molto più documentato sugli autori classici (per esempio da Lovecraft a Robert Bloch) e ha bisogno di assaporare del materiale moderno, fresco e rigenerante. Tra i tanti titoli  tradotti in italiano si scopre che l’editoria italiana aveva già importato opere a dir poco notevoli eppure trascurate, mal pubblicizzate o presentate male ai lettori con copertine fuorvianti e altre operazioni di dubbia efficacia. Manzetti perciò, anche sotto un aspetto indiretto, fa riflettere su quanto l’editoria italiana abbia da lavorare perché non basta pubblicare i libri dei grandi scrittori di genere ma serve un solido processo di divulgazione che instauri un dialogo con i lettori. E la guida ai Migliori 150  libri horror fa proprio questo.

Ma la parte migliore del saggio deve arrivare, oltre ai dati sopracitati il curatore aggiunge un breve ma esaustivo commento volto a giustificare il punteggio, spiegando i punti di forza del testo, le sue particolarità e motivando l’originalità dell’opera così da poter inquadrare il libro analizzato nella griglia valutativa adatta. Un lavoro certosino, apparentemente semplice, ma tra le nostre mani stringiamo un saggio che propone 150 lucide disamine su opere variegate e complesse.

Inoltre il libro di Manzetti è arricchito da un’importantissima selezione di contributi firmati da celebri scrittori, saggisti, recensori e critici che vanno a stilare le loro personalissime Top Ten. Gli ospiti presenti sono personalità di alta levatura nell’ambiente horror e sono: Lisa Morton, Ellen Datlow, Eric Guignard, Steve Rasnic Tem, Edward Lee, S. T. Joshi, Brian Evenson, Stephen Jones, RC Matheson, David J. Schow, Ramsey Campbell, Kate Jonez, Paula Guran, David Barnett, Owl Goingback, Joe R. Lansdale, John Skipp, Jack Bantry, Randy Chandler, Grady Hendrix, Angela Yuriko Smith, Dacre Stoker, Lucy Taylor, Linda D. Addison e Craig Spector.  Segnalo che Stephen Jones ha scritto un mini saggio che va non solo a segnalare i suoi racconti horror preferiti ma li commenta uno per uno, una squisitezza critica confezionata solo per questo volume. Segue l’esempio di Jones la celebre saggista Lisa Morton che analizza per i lettori ben 10 saggi sulla letteratura dark. 

In definitiva il volume in oggetto è uno strumento necessario per appassionati e studiosi, volto a suggerire letture importantissime edite soltanto all’estero e a recuperare i titoli tradotti nel nostro paese. È una lettura rapida, agevole mai stancante, potrete divorare il volume in pochissimo tempo poiché la penna di Manzetti, nonostante la sua aurea saggistica, è veloce e implacabile ed esistono davvero pochi titoli di divulgazione che hanno un effetto page turner.

Cristiano Saccoccia

Alessandro Manzetti

Guida ai Migliori 150 Libri Horror

Cut- Up Publishing

16.50