Paolo Pecere, Risorgere

Home / In Primo Piano / Paolo Pecere, Risorgere
Paolo Pecere, Risorgere

C’è il viaggio al centro della ricca trama di Risorgere, nuovo romanzo di Paolo Pecere, dove si intrecciano storie e destini attraverso due generazioni a confronto, quella di un padre e di una figlia che si ritrova a percorrere migliaia di chilometri sulle tracce dell’amore.

Gloria, questo il nome della protagonista femminile, si spingerà, infatti, insieme all’amico Marco, fino ai monti himalayani (dove cade in un crepaccio e scompare) per andare in cerca del padre Chen che non ha mai conosciuto se non attraverso i racconti di sua madre.

Il personaggio di Chen è a dir poco affascinante: scappato in Germania dopo la repressione di piazza Tienanmen nel 1989 dove si trovava a manifestare per una Cina più libera e democratica, lì si incontra con Raffaella con cui ha una figlia, Gloria. Successivamente si sposta continuamente attraverso cambiamenti di rotta e di umore, accompagnato dall’amico intimo Liu Liang che lo segue nei Biergarten berlinesi, nel fango etiope, nei casinò di Macao, sugli scafi sprofondati nel Mekong sino ai monasteri buddisti tibetani. Assecondando ogni nuovo entusiasmo del compagno d’avventure: “Il nuovo Chen condanna sempre senza appello il precedente: un rompicapo che sta a me risolvere”, l’amico Liang, una delle due voci narranti del libro, ripercorre poeticamente gli anni di gioventù attraverso gli ideali e le lotte che li hanno contraddistinti.

Liang non è il solo a ricordare: l’altra voce narrante è Marco – studente di antropologia con scarse speranze verso un futuro avaro di opportunità con molti giovani della sua generazione che per questo sono costretti a fuggire lontano dalle loro origini – il quale rivive gli anni vissuti con Gloria tra Roma e Berlino andando a creare con la memoria di Liang un complicato incastro tra Novecento e Duemila, tra due generazioni a confronto. Grazie ai racconti scaturenti dalla memoria dei personaggi Paolo Pecere restituisce al lettore uno spaccato della storia cinese del Novecento, tra violenza ed esigenza di riscatto.

Risorgere – come si legge nella presentazione al libro – è un romanzo sul tempo, quello europeo che sembra non muoversi oltre il Novecento, e quello cinese che accelera sul futuro cercando di rimuoverlo, su mondi e lingue che si cercano e si respingono, tra Roma, Berlino, Hong Kong e il Tibet, sul passato tragico di una famiglia e di un secolo che come un sortilegio impedisce l’amore e torna a chiedere il conto.”

Un romanzo straordinario, un viaggio attraverso la Storia, che nell’anniversario di Tienanmen ci fa riflettere su quel passato doloroso e sul futuro dell’Europa.

Recensione di Silvia Castellani a Risorgere di Paolo Pecere, Chiarelettere, 2019, pagg.312, euro 18.

Leggi anche questa recensione di Silvia Castellani.